•   
    •   

è un editore elettronico di qualità, per la saggistica di qualità!

COLLANE   

    •  
    •  
    • COLLANE
    •  


    NEWS
    • Governare l'America
      Claudio Lodici
      L'itinerario della democrazia USA visto tramite il contesto costituzionale, gli attori politici (elettori, partiti, lobby), la politica estera. La dinamica del governo USA è descritta partendo dai fondamenti filosofici per passare a un'analisi storica, costituzionale, sociologica, politologica ed economica. Il libro descrive i processi decisionali ai vari livelli, e cerca di individuare le cause di alcune patologie (frammentazione istituzionale, debolezza dei partiti, influenza del denaro).

      Numero pagine 1201
      Formato: pdf + epub + mobi
      ISBN 9788897527022 Anno 2011
      National Bibliography Number urn:nbn:it:ilglifo-9312
    • Prezzo ebook € 9


    • Claudio Lodici
      Claudio Lodici (Alessandria, 1959), insegna sistemi politici comparati alla Loyola University of Chicago - Rome Center. Ha lavorato al ministero del Bilancio, al ministero della Difesa e al Senato della Repubblica, come capo della segreteria del Presidente, Giovanni Spadolini, di cui è stato allievo e collaboratore. Scrive sulla Nuova Antologia ed è Visiting Fellow del Progressive Policy Institute, il centro studi del Democratic Leadership Council, presieduto da Hillary Rodham Clinton.
      Italia
      Anno di nascita1959
      Vedi tutte le pubblicazioni di questo autore
    • QUARTA DI COPERTINA
      L'opera è dedicata al governo e alla politica degli Stati Uniti. Contiene una ricostruzione dell'itinerario storico della democrazia americana e si sofferma in particolare: sul contesto costituzionale; sugli attori politici (elettori, partiti, gruppi di interesse, stampa); sulle culture politiche, al plurale poiché ciascuna della macro-regioni (Sud, Midwest, Stati del Pacifico, Stati montagnosi e desertici; New England e Nordest, Stati atlantici centrali) ne possiede una con caratteri marcatamente peculiari; sui processi elettorali; sugli organi del governo federale: Congresso, Presidenza, Corte Suprema e ramo giudiziario, burocrazia; sugli Stati (lineamenti costituzionali, organizzazione, organi di governo, circuito giudiziario statale, tentativi di riforma, enti locali); sul governo dell'economia; sulla politica estera. Infine, sullo stato di sicurezza post-11 settembre e i diritti civili, e sugli ultimi sviluppi politici e istituzionali conseguenti all'elezione di Barack Obama e delle consultazioni di medio termine 2010.
      Il volume è stato concepito riunendo prospettive interdisciplinari. La dinamica del governo degli Stati Uniti è descritta partendo dai fondamenti filosofici (ovvero il tentativo di sintesi fra democrazia rappresentativa e democrazia popolare) per passare in successione a un'analisi storica, costituzionale, sociologica, politologica ed economica. Il libro non si limita alla descrizione dei processi decisionali ai vari livelli e dei meccanismi di composizione delle diverse istanze del corpo sociale, ma cerca di individuare le cause di alcune patologie (frammentazione istituzionale, debolezza dei partiti politici ed eccessiva influenza del denaro).
    • INDICE DEL LIBRO
      1. INTRODUZIONE
      2. LE ORIGINI DEL GOVERNO COSTITUZIONALE
      2.1 La democrazia americana
      2.2 Forme di governo
      2.3 Governo di una persona
      2.4 Governo di pochi
      2.5 Governo di molti
      2.6 Democrazia popolare e responsabile negli Stati Uniti
      2.7 L’esperimento coloniale
      2.8 Il governo delle colonie
      2.9 Requisiti per il voto
      2.10 La diffusione delle idee democratiche durante la guerra rivoluzionaria
      2.11 Tasse senza rappresentanza
      2.12 Il Congresso Continentale
      2.13 Le nuove teorie e l’ancien régime
      2.14 John Locke
      2.15 Il barone Montesquieu
      2.16 Thomas Jefferson
      2.17 La teoria dei diritti e della rappresentanza
      2.18 Consenso dei governati
      2.19 Separazione dei poteri
      2.20 I diritti dei cittadini e la rappresentanza
      2.21 Il governo dopo l’indipendenza
      2.22 L’allargamento della partecipazione
      2.23 Gli Articoli della Confederazione
      2.24 Norme degli Articoli
      2.25 Il governo al tempo degli Articoli
      3. L’ADOZIONE DELLA COSTITUZIONE
      3.1 Il progetto della Virginia
      3.2 Il progetto del New Jersey
      3.3 Il compromesso del Connecticut
      3.4 Un governo di poteri separati
      3.5 Congresso
      3.6 Esecutivo
      3.7 Il collegio elettorale
      3.8 Il compromesso giudiziario
      3.9 Compromesso sulla schiavitù
      3.10 Il federalismo
      3.11 La dichiarazione dei diritti
      3.12 Emendamenti alla Costituzione
      3.13 La Costituzione si adatta ai tempi: gli emendamenti
      3.14 Emendamenti che modificano le regole per le elezioni e per i detentori di incarichi
      3.15 Emendamenti che modificano i poteri del governo federale
      3.16 Cambiamento attraverso l’interpretazione
      3.17 La Costituzione: una valutazione
      3.18 Risultati
      3.19 L’ambiguità costituzionale: una virtù
      3.20 La macchia della schiavitù
      3.21 La Costituzione oggi
      4. SOCIETÀ, VALORI E CULTURA POLITICA
      4.1 La natura dei valori americani
      4.2 Libertà
      4.3 Uguaglianza
      4.4 Individualismo
      4.5 Democrazia e stato di diritto
      4.6 Immigrazione e trasformazione demografica
      4.7 Trasformazione economica
      4.8 La struttura sociale
      4.9 Reddito e ricchezza
      4.10 Razza ed etnia
      4.11 Genere
      4.12 Religione
      4.13 Regione
      4.14 Definire la cultura politica
      4.15 Opinione pubblica e differenze politiche
      4.16 Pena di morte
      4.17 Aborto
      4.18 Istruzione pubblica
      4.19 Classifica degli Stati sulla base dei risultati accademici, 2001-2002
      4.20 Conseguenze delle differenze politiche fra gli Stati
      4.21 I temi controversi del ventunesimo secolo
      4.22 L’ideologia
      4.23 La prevalenza della cultura liberale
      4.24 Spiegazione tradizionale del liberalismo americano
      4.25 Le spiegazioni più recenti
      5. IL FEDERALISMO E GLI STATI
      5.1 Il federalismo in teoria e in pratica
      5.2 La distribuzione dei poteri
      5.3 Poteri nazionali
      5.4 Articolo I
      5.5 Articolo II
      5.6 Articolo III
      5.7 Articolo IV
      5.8 La riscoperta del federalismo
      5.9 L’evoluzione del federalismo americano
      5.10 Il federalismo fiscale: 1930-1970
      5.11 Gli anni settanta: il punto più alto della marea
      5.12 L’amministrazione Reagan: la rinascita del federalismo?
      5.13 Bush senior, Clinton e Bush junior: la rinascita del ruolo federale?
      5.14 Un diverso ruolo della Corte Suprema?
      5.15 La richiesta di criteri nazionali
      5.16 Il federalismo americano sotto pressione
      6. ELEZIONI ED ELETTORI
      6.1 Primo periodo (1788-1860)
      6.2 Secondo periodo (1860-1929)
      6.3 Terzo periodo (1930- )
      6.4 Il quadro normativo attuale
      6.5 Il suffragio
      6.6 Istituzioni elettive nazionali
      6.7 Nomina dei candidati
      6.8 Finanziamento delle campagne elettorali.
      6.9 Sistema elettorale
      6.10 Contesto organizzativo delle elezioni.
      6.11 Diritto di voto e libertà di espressione
      6.12 Corte Warren, Corte Rehnquist e diritto di voto
      7. LA CAMPAGNA ELETTORALE PERMANENTE
      7.1 Modelli di comportamento elettorale
      7.2 Il modello americano e la coalizione del New Deal
      7.3 Il declino dello spirito di partito e della coalizione del New Deal
      7.4 Il voto ai candidati e sui temi politici
      7.5 Il ritorno dell’ideologia? La politica dopo il 2000
      7.6 La nuova fiammata dello spirito di partito
      7.7 L’importanza del genere
      7.8 Gli elettori e la politica estera
      7.9 Regionalismo
      7.10 Razza ed etnia
      7.11 Partecipazione non elettorale
      7.12 L’accelerazione del ciclo elettorale
      7.13 Elezioni in giorni diversi
      7.14 Declino dei partiti
      7.15 La moltiplicazione delle primarie
      7.16 La crescita delle comunicazioni di massa
      7.17 La moltitudine dei gruppi di interesse
      7.18 La diffusione dei sondaggi
      7.19 L’aumento dei costi della politica
      7.20 Minoranze ed elezioni
      7.21 La partecipazione al voto
      7.22 La nomina dei candidati
      7.23 Gli elettori motivati da un unico tema
      7.24 Le risorse finanziarie
      7.25 Cittadini disinformati o male informati
      7.26 Le maggioranze e le elezioni
      7.27 Le riforme possibili
      7.28 I vantaggi di una democrazia elettorale: una decente qualità di governo
      8. I PARTITI POLITICI
      8.1 L’interpretazione della storia americana secondo il sistema dei partiti
      8.2 Il primo sistema di partiti:il modello jeffersoniano
      8.3 Il secondo sistema di partiti: la democrazia jacksoniana
      8.4 Il terzo sistema di partiti: guerra civile e ricostruzione
      8.5 Il quarto sistema di partito: repubblicano e industriale
      8.6 Il quinto sistema di partiti: il New Deal
      8.7 Il sesto sistema dei partiti
      8.8 La trasformazione dei partiti
      8.9 Aggregazione delle richieste
      8.10 Conciliazione dei gruppi presenti nella società
      8.11 Disponibilità e offerta di personale presso le istituzioni
      8.12 Coordinamento delle istituzioni di governo
      8.13 Promozione della stabilità politica
      8.14 Crisi e cambiamento nel sistema dei partiti americano
      8.15 In dettaglio: la macchina di Tammany Hall
      8.16 Il declino dei partiti?
      8.17 Come spiegare il cambiamento
      8.18 Dopo il 2000. La ripresa dei partiti?
      9. I GRUPPI DI INTERESSE
      9.1 Interessi, gruppi e lobbisti
      9.2 Gruppi economici: business
      9.3 Sindacati
      9.4 Gli agricoltori
      9.5 Gruppi professionali
      9.6 Gruppi promozionali
      9.7 Comitati di azione politica
      9.8 La lobby di Washington
      9.9 Gruppi di interesse: pro e contro.
      10. I MEDIA E LA POLITICA
      10.1 Stampa politica e stampa popolare
      10.2 Giornali e riviste, 1865-1920
      10.3 Radio e televisione
      10.4 La scena contemporanea
      10.5 Televisione
      10.6 Giornali
      10.7 Radio
      10.8 Riviste
      10.9 I nuovi media
      10.10 Di quali fonti di informazione si fidano gli americani?
      10.11 L’effetto dei mezzi di comunicazione
      10.12 La fissazione dell’ordine del giorno
      10.13 Priorità e orientamento
      10.14 Socializzazione
      10.15 Quanto sono forti gli effetti dei media?
      10.16 La faziosità dei media
      10.17 Preferenze ideologiche
      10.18 Preferenze nella selezione
      10.19 Preferenze professionali
      10.20 Prospettive di trasformazione
      10.21 I media, la politica e i processi elettorali
      10.22 La cronaca elettorale
      10.23 Le convenzioni dei partiti
      10.24 I dibattiti presidenziali
      10.25 I media e i candidati
      10.26 I media e il governo
      10.27 L’accento sul Presidente (e altre personalità)
      10.28 L’accento sul conflitto
      10.29 Accento sugli aspetti negativi
      10.30 Struttura e organizzazione
      10.31 Organizzazione e proprietà
      10.32 Carta stampata
      10.33 Notizie, preferenze e influenza politica
      10.34 Lo stile giornalistico
      10.35 Censura e controllo
      10.36 I media e la democrazia americana
      10.37 Conclusione: una preoccupazione esagerata per la stampa
      11. IL CONGRESSO: L’ISTITUZIONE DEL POPOLO
      11.1 La Camera dei Rappresentanti
      11.2 Lo speaker e gli altri leader
      11.3 La commissione per il Regolamento
      11.4 Il Senato
      11.5 L’ostruzionismo
      11.6 Il potere di conferma
      11.7 Il lavoro dei legislatori
      11.8 Parlamentari come rappresentanti
      11.9 Parlamentari come legislatori
      11.10 Posizioni filosofiche e politiche
      11.11 Elettori
      11.12 Colleghi
      11.13 Staff
      11.14 Partito
      11.15 Gruppi d’interesse
      11.16 Il Presidente
      11.17 Il percorso a ostacoli delle leggi
      11.18 Autorizzazione e stanziamento.
      11.19 L’importanza del compromesso
      11.20 Le commissioni
      11.21 La scelta dei membri delle commissioni
      11.22 L’anzianità di servizio
      11.23 Indagine e supervisione
      11.24 Conference committees
      12. FUNZIONI E POTERI DEL CONGRESSO
      12.1 La struttura di potere del Congresso
      12.2 Prima critica: la frammentazione
      12.3 Seconda critica: l’incapacità di controllare
      12.4 Riforme e cambiamento
      12.5 Dove può condurre un Congresso ideologico?
      13. I LEGISLATORI E I LORO ELETTORI
      13.1 Deputati e senatori
      13.2 Districting e apportionment
      13.3 Il profilo dei membri del Congresso
      13.4 Rappresentanza e Congresso
      13.5 Elezioni congressuali
      13.6 Nascita e declino del dominio democratico
      13.7 Trasformazioni regionali
      13.8 L’importanza dei finanziamenti
      13.9 I legislatori come soggetti razionali
      13.10 Il lavoro dei membri del Congresso
      13.11 Il Congresso: uno sguardo alle riforme
      13.12 La parola all’accusa
      13.13 La parola alla difesa
      13.14 Conclusioni
      14. LA PRESIDENZA
      14.1 Fonti formali del potere.
      14.2 Poteri informali
      14.3 Leader di partito
      14.4 Leader nazionale e ispiratore dell’agenda nazionale
      14.5 Leader mondiale
      14.6 La natura mutevole della Presidenza
      14.7 Pre-primaria
      14.8 Le primarie
      14.9 La convenzione nazionale e la nomina
      14.10 La campagna elettorale
      14.11 Le elezioni presidenziali: difetti e debolezze
      14.12 La Presidenza nell’America che cambia
      14.13 Il declino dei partiti e l’affermazione di una politica più ideologica e incentrata su singoli temi.
      14.14 La crescita della dimensione nazionale di politica e società
      14.15 La diversa natura del potere economico e politico
      14.16 Abuso di potere e risposta del Congresso
      14.17 Le risorse del Presidente: l’opinione pubblica
      14.18 Burocrazia
      15. LA PRESIDENZA E L’ESERCIZIO DELLA LEADERSHIP
      15.1 L’intenzione originaria
      15.2 La politica dei poteri condivisi
      15.3 Le radici del governo diviso
      15.4 Ambiguità costituzionali
      15.5 Diversi collegi elettorali
      15.6 Mandati di durata diversa
      15.7 Partiti diversi alla guida dei rami del governo
      15.8 Debolezza dei partiti politici
      15.9 Le oscillazioni del potere
      15.10 L’estensione del potere esecutivo
      15.11 Il lavoro del Presidente
      15.12 Gestire le crisi
      15.13 In dettaglio: i poteri di guerra del Presidente
      15.14 Infondere forza morale
      15.15 Il dilemma presidenziale
      15.16 Reclutare personale
      15.17 Indicare le priorità
      15.18 Sicurezza nazionale
      15.19 Il potere di informare e persuadere
      15.20 Il potere di persuasione alle origini della repubblica
      15.21 Il moderno potere di persuasione
      15.22 Il potere di veto
      15.23 Il potere di nomina
      15.24 Il consiglio di gabinetto
      15.25 Lo staff della Casa Bianca
      15.26 Scandali nello staff della Casa Bianca
      15.27 Il potere di raccomandare
      15.28 Il potere di raccomandare alle origini della repubblica
      15.29 Il moderno uso del potere di raccomandare
      15.30 La scelta del momento giusto per le iniziative presidenziali
      15.31 Il Presidente come capo dello Stato
      15.32 La First Lady
      15.33 Il Vicepresidente
      15.34 Potere implicito
      15.35 Ordini esecutivi
      15.36 Privilegio esecutivo
      15.37 Il potere di grazia
      15.38 Il potere di messa in stato di accusa
      15.39 Le aspettative e la performance del Presidente
      15.40 La reputazione del Presidente
      15.41 La popolarità del Presidente
      15.42 I grandi Presidenti
      16. LA BUROCRAZIA: DIPARTIMENTI E AGENZIE FEDERALI
      16.1 La burocrazia federale: organizzazione e funzioni.
      16.2 Quanto è incontrollabile la burocrazia?
      16.3 I poteri impliciti della burocrazia
      16.4 Informazione
      16.5 Clientelismo
      16.6 Il Leviatano burocratico: un fenomeno solo americano?
      16.7 Triangoli di ferro
      16.8 Reti tematiche
      16.9 Il problema della scelta pubblica e del rapporto principale-agente
      16.10 Tentativi di riforma
      16.11 Conclusioni
      17. LA SICUREZZA NAZIONALE DOPO L’11 SETTEMBRE
      17.1 La sicurezza dello Stato
      17.2 11 settembre, Patriot Act e dipartimento della Sicurezza interna
      17.3 La minaccia alle libertà civili
      17.4 La sicurezza dello Stato e i valori nazionali
      18. IL POTERE GIUDIZIARIO
      18.1 Tre teorie di interpretazione costituzionale.
      18.2 Il sindacato di costituzionalità nella pratica
      18.3 Interpretazione delle leggi
      18.4 In dettaglio: l’interpretazione delle leggi negli Stati Uniti e in Gran Bretagna
      18.5 Il sistema della giustizia federale nella pratica
      18.6 Le corti distrettuali
      18.7 Corti d’appello
      18.8 Corti specializzate
      18.9 Selezione dei giudici federali
      18.10 La decisione di esercitare l’azione penale
      18.11 I rapporti fra tribunali statali e federali
      18.12 La Corte Suprema
      18.13 La politica delle designazioni alla Corte Suprema
      18.14 Stare decisis
      18.15 Certiorari
      18.16 Il presidente della Corte
      18.17 L’avvocato generale
      18.18 Gli assistenti legali
      18.19 Il processo decisionale all’interno della Corte
      18.20 Il voto all’interno della Corte Suprema
      18.21 Contrappesi alla Corte
      18.22 Emendamenti costituzionali
      18.23 Revisione per legge ordinaria
      18.24 La mancata esecuzione
      18.25 L’azione giudiziaria come strategia politica
      19. LA CORTE SUPREMA E LA POLITICA DELLA GIUSTIZIA
      19.1 Le corti statali
      19.2 Il sistema legale
      19.3 La Corte Suprema: il processo decisionale
      19.4 La Corte Suprema e il potere politico
      19.5 Gli emendamenti costituzionali
      19.6 Il controllo esercitato dal Congresso
      19.7 Il controllo esercitato dal Presidente
      19.8 L’opinione pubblica e la politica.
      19.9 L’assenza di poteri esecutivi
      19.10 La Corte Rehnquist: polarizzata e attivista
      19.11 Conclusioni: la Corte e la democrazia americana
      20. IL GOVERNO DEGLI STATI
      20.1 La sottovalutazione del ruolo statale
      20.2 Cosa possono fare gli Stati e gli enti territoriali?
      20.3 La gente: consumatori e fornitori di beni e servizi pubblici.
      20.4 Composizione etnica e razziale
      20.5 Aumento demografico e migrazioni
      20.6 Il governo degli enti locali
      20.7 Il numero e diversi tipi di enti territoriali
      20.8 Le elezioni locali
      20.9 La popolarità degli enti locali
      20.10 I limiti degli enti locali
      20.11 La cultura politica
      20.12 Le guerre culturali
      20.13 Le costituzioni degli Stati
      20.14 L’evoluzione delle costituzioni statali
      20.15 Le prime costituzioni statali
      20.16 La supremazia del ramo legislativo
      20.17 La crescita del potere esecutivo
      20.18 Le debolezze delle costituzioni
      20.19 L’eccessiva lunghezza
      20.20 Problemi di sostanza
      21. RIFORME COSTITUZIONALI E MODERNIZZAZIONE
      21.1 La costituzione statale essenziale
      21.2 Bill of Rights
      21.3 Il potere dello Stato
      21.4 Diritto di voto ed elezioni
      21.5 Il ramo legislativo.
      21.6 Il ramo esecutivo
      21.7 Il ramo giudiziario
      21.8 Finanze
      21.9 Enti locali
      21.10 Istruzione pubblica
      21.11 Funzione pubblica
      21.12 Rapporti fra le varie istituzioni
      21.13 Revisione costituzionale
      21.14 Le costituzioni oggi
      21.15 Metodi per la revisione costituzionale
      21.16 Modifica costituzionale informale
      21.17 Modifica costituzionale formale
      21.18 Iniziativa popolare
      21.19 Convenzione costituzionale.
      21.20 Commissione costituzionale
      21.21 La reattività degli Stati e le riforme costituzionali
      21.22 La trasformazione del governo degli Stati
      21.23 Modernizzazione politica
      21.24 Modernizzazione fiscale
      21.25 Le innovazioni nel campo dell’istruzione pubblica
      21.26 I servizi
      21.27 Conclusioni
      22. IL RAMO GIUDIZIARIO STATALE
      22.1 La struttura del sistema delle corti statali
      22.2 I due diversi gradi della struttura giudiziaria
      22.3 Riforme strutturali
      22.4 Come sono selezionati i giudici
      22.5 Elezione da parte delle assemblee legislative
      22.6 Elezione popolare
      22.7 Elezione popolare con liste di partito
      22.8 Elezione popolare senza liste di partito
      22.9 I problemi dell’elezione popolare
      22.10 Il piano di merito
      22.11 Tre passaggi
      22.12 La politica della selezione per merito
      22.13 Nomina da parte del governatore
      22.14 Qual è il sistema migliore?
      22.15 Il nuovo federalismo giudiziario
      22.16 Attivismo giudiziario negli Stati
      22.17 Attuali tendenze delle corti statali
      22.18 Miglioramenti amministrativi e organizzativi
      22.19 La gestione dei crescenti carichi di lavoro
      22.20 I compensi dei giudici
      22.21 I tribunali statali entrano nell’epoca moderna
      23. DIRITTI CIVILI E LIBERTÀ DI COSCIENZA
      23.1 La regolazione della moralità pubblica
      23.2 Le libertà civili
      23.3 Libertà di parola
      23.4 Diritti procedurali in materia penale.
      23.5 La religione di stato
      23.6 Aborto
      23.7 Eguaglianza e diritti civili
      23.8 Minoranze razziali ed etniche
      23.9 Genere
      23.10 Infermità
      23.11 Preferenze sessuali.
      23.12 Conclusioni
      24. IL GOVERNO DELL’ECONOMIA. UN’INTRODUZIONE
      24.1 Stato ed economia negli Stati Uniti
      24.2 Ideologia e politica economica.
      24.3 Istituzioni e politica economica
      24.4 Federalismo e localismo
      24.5 Separazione dei poteri
      24.6 La politica economica nell’età dell’incertezza
      25. LA POLITICA ECONOMICA. UN APPROFONDIMENTO
      25.1 La politica fiscale
      25.2 La politica monetaria
      25.3 Cosa è successo in realtà?
      25.4 Dal 1947 al 1960
      25.5 Dal 1961 al 1968
      25.6 I problemi: 1969-1980
      25.7 Le teorie: la supply-side economics
      25.8 L’adozione del programma Reagan
      25.9 Dal 1981 al 1992
      25.10 Dal 1993 al 2000
      25.11 Dopo il 2001
      25.12 Un confronto fra i decenni
      25.13 Dai deficit ai surplus e ritorno
      25.14 Compare il surplus
      25.15 Il ritorno del deficit
      25.16 L’ineguaglianza sociale
      25.17 La globalizzazione e il commercio internazionale
      25.18 I problemi della globalizzazione
      25.19 Conclusioni
      26. LA POLITICA ESTERA
      26.1 L’esigenza di un’azione tempestiva
      26.2 Gli occhi degli elettori sul Presidente
      26.3 Il ruolo limitato dei gruppi di interesse
      26.4 Il ruolo del Congresso
      26.5 Politica estera: i poteri del Presidente e del Congresso
      26.6 Potere di guerra
      26.7 La War Powers Resolution
      26.8 Il potere di negoziare trattati
      26.9 Gli organi della politica estera: dalla guerra fredda alla Sicurezza interna
      26.10 La guerra fredda e il post-guerra fredda
      26.11 Dipartimento di Stato
      26.12 Il dipartimento della Difesa
      26.13 In dettaglio: gli Stati Uniti e la guerra
      26.14 Organizzazione del dipartimento della Difesa
      26.15 La risposta militare al terrorismo
      26.16 La CIA
      26.17 La formazione
      26.18 Le operazioni segrete
      26.19 Risposta al terrorismo
      26.20 Il consiglio nazionale della sicurezza
      26.21 Ideali, interessi e la campagna globale antiterrorismo
      26.22 Strategie per la ricostruzione
      26.23 Il ruolo delle organizzazioni internazionali
      26.24 Le Nazioni Unite
      26.25 Gli accordi commerciali
      26.26 Il problematico dopo-Bush
      27. LA POLITICA AMERICANA DOPO L’11 SETTEMBRE
      27.1 Frammentazione istituzionale
      27.2 Istituzioni aperte e politica pluralistica
      27.3 Il governo limitato e le aspettative pubbliche
      27.4 Riforma e rinnovamento
      28. CONCLUSIONI
      28.1 Una campagna ben condotta
      28.2 La costruzione delle coalizioni
      28.3 Un punto di svolta?
      28.4 Partito, ideologia e riforma
      28.5 L’inversione di tendenza
      29. APPENDICE
      29.1 Costituzione degli Stati Uniti d’America
      29.2 Emendamenti costituzionali
      29.3 The Mayflower Compact (il Patto del Maylower), 1620
      29.4 Le elezioni presidenziali
      29.5 Gruppi parlamentari alla Camera dei Rappresentanti dal 1789 a oggi (fonte: clerk.house.gov)
      29.6 Gruppi parlamentari al Senato degli Stati Uniti dal 1789 a oggi
      30. GLI STATI UNITI IN BREVE
      31. INDICE DETTAGLIATO
      32. QUARTA DI COPERTINA