•   
    •   

è un editore spregiudicato, per chi ha il coraggio di dire ciò che pensa!

COLLANE   

    •  
    •  
    • COLLANE
    •  


    NEWS
    • La musica nell'estetica di Pareyson
      Stefano Oliva
      Qual è il contenuto di un brano musicale? Quale esperienza del tempo emerge dall'ascolto? In che rapporto si trovano l'opera e le sue differenti interpretazioni? Applicando all'ambito musicale le categorie della teoria estetica di Luigi Pareyson e la sua nozione di formatività, questo libro intende proporre alcune risposte a tali interrogativi. La teoria della formatività incontra in tal modo alcune tra le voci più rappresentative dell'estetica musicale contemporanea.

      Numero pagine 91
      Formato: pdf + epub + mobi
      ISBN 9788897527183 Anno 2013
      National Bibliography Number in fase di assegnazione
    • Prezzo ebook € 5


    • Stefano Oliva
      Stefano Oliva si è diplomato in Chitarra al Conservatorio Gesualdo da Venosa di Potenza e laureato in Scienze Filosofiche all'Università degli Studi di Roma Tre, dove è attualmente impegnato in un dottorato di ricerca. Ha collaborato con l'Enciclopedia Italiana Treccani. I suoi interessi di ricerca vanno dall'estetica alla filosofia del linguaggio, con particolare attenzione alla riflessione di Ludwig Wittgenstein.
      Italia
      Anno di nascita1986
      Vedi tutte le pubblicazioni di questo autore
    • QUARTA DI COPERTINA
      Qual è il contenuto di un brano musicale? Quale esperienza del tempo emerge dall'ascolto? In che rapporto si trovano l'opera e le sue differenti interpretazioni? Applicando all'ambito musicale le categorie dell'estetica di Luigi Pareyson, questo libro propone alcune risposte dalla forte personalità a questi classici interrogativi. Partendo dall'idea che la formatività «è un tal fare che, mentre fa, inventa il modo di fare», la teoria estetica di Pareyson presenta il processo compositivo come un percorso avventuroso coronato da una riuscita non precedentemente garantita e l'interpretazione come un lavoro che fa rivivere l'opera della vita che le è propria. La declinazione musicale di una delle più originali teorie estetiche post-crociane incontra in tal modo alcune voci rappresentative dell'estetica musicale contemporanea: il dialogo che ne segue, di volta in volta armonico o dissonante, si concentra sul significato immanente della musica, sull'isomorfismo tra opera e persona, sulle inesauribili possibilità di interpretazione della forma.
    • INDICE DEL LIBRO
      INTRODUZIONE
      PARTE PRIMA - L’ESTETICA
      1.1. TEORIA DELLA FORMATIVITA’
      Materia fisica formata
      Contenuto come stile
      Forma formante e forma formata
      1.2. PROCESSO ARTISTICO E COMPIUTEZZA DELL’OPERA
      Dallo spunto all’opera
      Perfezione dinamica dell’opera d’arte
      1.3. ESECUZIONE, INTERPRETAZIONE, VALUTAZIONE
      Esecuzione come realizzazione
      L’interpretazione: incontro tra forma e persona
      L’opera come criterio della valutazione
      PARTE SECONDA - MUSICA E TEORIA DELLA FORMATIVITA’
      2.1. MUSICA, FORMATIVITA’ E SIGNIFICATO
      2.2. RITMO, ISOMORFISMO E INTERCETTAZIONE
      2.3. INESAURIBILTA’ DELL’INTERPRETAZIONE
      CONCLUSIONI
      BIBLIOGRAFIA
      Quarta di copertina
      Stefano Oliva